Pet Therapy: un cane mi ha aiutata a guarire!

0
189
pet therapy un cane mi ha aiutata a guarire

La Pet Therapy! Cos’è ?

if ( td_screen_width < 768 ) { /* Phones */ document.write(''); (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); }

Quali razze di cane sono idonee alla pet therapy?

Vorresti diventare un pet therapist?

In questo video ti parlo della Pet Therapy e ti racconto la mia storia! Come ho superato una grave malattia grazie al mio cane




Un cane mi ha aiutata a guarire!

Sono Cecilia Costantino, molti di voi mi conosceranno per il mio canale YouTube o per il mio corso di cucina per cani. Ma molti non sanno che la mia passione per il mondo a 4 zampe è iniziata sin da piccola.

Volevo con tutta me stessa un cane e il cucciolo è arrivato proprio come terapia dopo un pericoloso intervento che ho dovuto subire a causa di un tumore.

Il cane, nel mio caso un beagle, è stato in grado di darmi tantissimo amore e generare in me una grande forza che mi ha permesso di guarire in fretta e riprendermi col sorriso sulle labbra. Pensate che avevo solo 4 anni e mezzo!

Tobia, il beagle, è stato un angelo con la coda nella mia vita! Come lui molti altri cani aiutano bambini, ragazzi, anziani … a guarire o a sopportare al meglio malattie molto pesanti.

 

pet therapy

La zooterapia o Pet Therapy


Con il termine pet therapy, o anche zooterapia, generalmente si intende una terapia “dolce”, basata sull’interazione uomo-animale, che integra, rafforza e coadiuva le tradizionali terapie e può essere impiegata su pazienti affetti da differenti patologie con obiettivi di miglioramento comportamentale, fisico, cognitivo, psicosociale e psicologico-emotivo.”

Tratto da wikipedia

Le razze di cane idonee alla Pet Therapy

Per i problemi psicologici, molte sono le razze che aiutano ad esempio a calmare l’ansia, gli attacchi di panico, a controllare la rabbia o la depressione. I cani di taglia piccola idonei sono ad es. il barboncino, il maltese, il Cavalier King, il jack russel …

Con la loro dolcezza e la loro energia supportano il padrone che viene spronato a prendersi cura dell’animale dando e ricevendo affetto. Coccole e tanto amore sono spesso la migliore terapia!

 

Per invalidi, malati terminali e malati di cecità o sordità si consigliano cani dall’indole pacifica e dallo sguardo profondo come il Golden Retriever, il Labrador e il Pastore Scozzese o il Pastore Tedesco. Dolcissimi, tranquilli e dall’animo molto sensibile, si legano al padrone e danno grande amore e sostegno. Per chi volesse una taglia più piccola il Barbone è sicuramente indicato!

 

 

Come diventare un Pet Therapist?

Per diventare operatore di Pet Therapy prima di tutto devi reperire tutte le informazioni basilari per comprendere effettivamente quali siano le mansioni e le responsabilità di tale ruolo e seguire un corso di formazione per specializzarsi nei segmenti della riabilitazione, dell’assistenza e della co-terapia.

Chi vuole diventare un operatore di Pet Therapy, quindi, non può credere  che, lavorare con gli animali sia semplicemente divertente. Bisognerà stare a contatto con persone con gravi malattie! E’ quindi importante valutare l’esperienza emotiva che provoca questo tipo di lavoro.

Dovrai iscriverti ad un corso di formazione, se sei sicuro della scelta di diventare Pet Therapist!  Acquisirai le competenze sia pratiche che teoriche per poter lavorare in questo settore.

Varie associazioni ed enti organizzano corsi in vari periodi dell’anno. Vi sono, quelli organizzati dalla SIUA, Scuola di Interazione Uomo-Animale, quelli organizzati dall’Associazione Italiana Pet Therapy con il patrocinio della regione Piemonte, quelli di SpazioPerNoi e quelli di Pettherapyitalia ad esempio!




Scrivi la tua opinione!

commenti